Partiamo con dei punti programmatici condivisi

Il programma politico di Progetto X dovrà essere il risultato di un processo di elaborazione collettiva, in linea con i principi che chi ha lavorato fino ad ora a questo progetto intende sostenere, e che saranno discussi sulle nostre piattaforme per fornire una idea di come pensiamo debba essere la nostra società futura.

Una società basata sulla solidarietà e sulla giusta accoglienza, sul rispetto dei cittadini attraverso una giustizia che da una parte garantisca la certezza della pena e dall’altra processi giusti, eliminazione della prescrizione per alcuni reati ambientali e a danno dei cittadini.

Basata su un giusto welfare che non lasci davvero indietro nessuno ma attraverso controlli seri su chi ha davvero bisogno di aiuto che deve essere obbligatorio in una società civile.

Basata sul rispetto degli amministratori verso i cittadini in modo che un amministratore pubblico che si lascia corrompere o corrompe venga immediatamente e per sempre allontanato da ogni possibile funzione e sconti totalmente la pena prevista.

Vogliamo una rigorosa analisi delle missioni militari italiane all’estero, per una drastica riduzione della spesa per gli armamenti e per una migliore condizione di vita degli operatori della sicurezza.

Un impegno assoluto e prioritario rispetto ai temi del lavoro e della disoccupazione con una attenzione particolare alle persone che sono nella fascia di età 45/55 attraverso norme che ne agevolino il ritorno al mondo del lavoro qualora lo abbiano perso per responsabilità non loro.

La disoccupazione giovanile va affrontata attraverso una politica incisiva verso lo sviluppo della rete e delle opportunità di creare posti di lavoro attraverso le nuove tecnologie.

Ci vogliamo battere per il raggiungimento della eliminazione di ogni discriminazione sociale e nel mondo del lavoro verso le categorie più deboli come i disabili o i cittadini stranieri onesti e regolari.

Siamo per rimanere nell’euro, fino a quando ve ne sarà la possibilità, e nell’Europa battendoci per una più equa ridistribuzione del reddito, per una fiscalità omogenea in tutta l’unione, per norme che tutelino allo stesso modo i lavoratori di tutti i paesi dell’unione.

Questi sono alcuni dei punti di partenza per un percorso comune.

Share Button